Paciarela

Ingredienti

- 1 kg. di farina di granoturco

- 2 o 3 porri

- 2 o 3 hg. di fagioli

- 2 hg. di pancetta di maiale


Preparazione

Mettere a mollo i fagioli secchi nell'acqua una notte intera, scolarli e farli lessare. A parte fare soffriggere i porri tagliati a julienne con la pancetta a cubetti, aggiungere poi i fagioli precedentemente lessati, un po' d'acqua e fare cuocere il tutto finché l'acqua si sarà asciugata. A parte preparare la polenta, aggiungendo pian piano all'acqua fatta bollire sul fuoco la farina, avendo cura di amalgamare il tutto, per evitare che faccia i grumi. Lasciare la polenta morbida e quando è pronta, aggiungere l'intingolo di fagioli, porri e pancetta, mescolare e servire.
La cucina tredoziese che si è tramandata fino ad oggi, era fatta di piatti poveri come la paciarela. Il piatto forte della cucina era costituita dalla minestra, a cui venivano aggiunti pezzi di carne o verdure.

 
Manfrigoli (manfrìgle)

Manfrigoli è il nome di una minestra di pasta ben soda ottenuta con farina e uova, soffregata tra le mani o tritata con la lunetta, fino a ridurla in minuti granellini che sono cotti poi nel brodo "matto" o brodo di fagioli.

Ingredienti per 4 persone:

  

  • 300 g di farina
  • 3 uova
  • 200 g di pancetta
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 pomodoro maturo
  • sale, pepe
  • 3 o 4 cucchiai d'olio
  • 3 l d'acqua

 

Preparazione brodo matto

In una pentola far soffriggere nell'olio la pancetta tagliata fine, fino a doratura, aggiungere il sedano e la carota tritati finemente, continuare a soffriggere per 10 minuti; unire il pomodoro fresco, 3 l d'acqua e far bollire 15/20 minuti. Salare e pepare a piacere.

Preparazione pasta

Impastare la farina con le uova come per fare la foglia, formare un pane ben sodo, tagliarlo a fette piuttosto grosse e lasciarle asciugare a lungo. Tritare le fette con la lunetta fino a ridurle in minutissime particelle, sparpagliate sulla spianatoia e lasciare asciugare ancora per qualche ora. Gettare nel brodo bollente, mescolare e appena i "manfrigoli" vengono a galla, servire, fumanti e caldissimi.

 
Bartolaccio (e bartlàz)

BartolacciIngredienti per 4 persone:

 

  • 200 g di farina
  • 300 g di patate
  • 50 g di pancetta
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • 20 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di strutto
  • acqua, quanto basta
  • sale e pepe

 

Per il ripieno

Lessare le patate con la buccia, sbucciarle e passarle al setaccio, unire alla pancetta tritata fine, saltata in padella, parmigiano reggiano grattugiato, sale e pepe.

Per la sfoglia

Impastare la farina con lo strutto, il lievito di birra e acqua quanto basta.

Lavorare il tutto per cinque/sei minuti.

Lasciare lievitare l'impasto coperto e al caldo per circa un'ora.

Preparazione

Tirare una sfoglia sottile con il matterello e sopra circa la metà di questa, stendere il ripieno (meno di 1 cm), ripiegare la sfoglia, passare il bordo di un piatto, in verticale, per solcare le linee di demarcazione e tagliare dei rettangoli delle dimensioni di 15x18 cm circa.

Cuocere su lastra di pietra per circa 5 minuti.

 
Passatelli (pasadé)

 Ingredienti per 4 persone:

  

  • 200 g di pane grattugiato (pane comune bianco, ben secco e grattugiato finemente)
  • 200 g di parmigiano grattugiato
  • 4 uova
  • Odore di noce moscata grattugiata al momento
  • Scorza di limone grattugiata (a chi piace)
  • Brodo di gallina

 

Preparazione

Amalgamare con cura gli ingredienti fino ad ottenere un impasto compatto e di buona consistenza, aggiungendo pangrattato quando l'impasto è troppo morbido.

PassatelliLasciare riposare per  mezz'ora circa, poi, con l'apposito strumento detto   "  e' fer di pasadé ", premere il composto sulla spianatoia facendone fuoriuscire dai fori la tipica minestra.

 

 

 

 

Gettare nel brodo bollente e cuocere fino a quando i passatelli tornano a galla.

Passatelli in brodoLasciare riposare qualche minuto prima di servire.